Partner Sistemi Città

Sistemi Torino
Cambio gestionale: quando cambiarlo

Cambio gestionale: quando è arrivato il momento di cambiare il vecchio software

Negli ultimi anni la tecnologia ha rivoluzionato il modo in cui le aziende gestiscono le proprie operazioni quotidiane. Uno strumento fondamentale in questo processo è il gestionale, un software che aiuta a organizzare e automatizzare molte operazioni quali la fatturazione, la contabilità, o la gestione dell’inventario.
Tuttavia, arriva il momento in cui le aziende si trovano a dover valutare se il proprio gestionale attuale sia ancora adeguato o se sia necessario cambiarlo.
Ma come sapere quando è arrivato il momento del cambio gestionale?
Abbiamo realizzato una checklist, sulla base della nostra esperienza, per aiutarti a prendere questa decisione.

Perché il cambio gestionale può essere strategico

Sappiamo  quanto siano importanti gestionali ed ERP per le aziende moderne.
Un gestionale obsoleto può rallentare l’efficienza operativa, aumentare i costi e limitare la capacità dell’impresa di crescere e innovare. Mantenere un gestionale aggiornato e adatto alle esigenze aziendali, al contrario, è essenziale per rimanere competitivi sul mercato.

Vediamo insieme alcuni segnali che indicano che potrebbe essere arrivato il momento di cambiare gestionale.

Checklist per valutare il cambio gestionale

  1. Prestazioni insufficienti: il gestionale è lento, si blocca spesso o richiede molto tempo per eseguire operazioni semplici? Questo può essere un segnale che la tecnologia utilizzata è obsoleta.
  2. Integrazione con altri sistemi: la tua azienda utilizza più strumenti software che non comunicano tra loro? Un gestionale moderno dovrebbe integrarsi facilmente con altri applicativi aziendali.
  3. Scalabilità: il gestionale è in grado di crescere con la tua azienda? Se il software non riesce a gestire l’incremento del volume di dati, l’aumento del numero di utenti, un’eventuale espansione su altri mercati e più in generale qualsiasi tipo di riorganizzazione dell’impresa con tutte le complessità che ne derivano, potrebbe limitare la crescita dell’azienda. La scarsa flessibilità è uno dei difetti principali di molti gestionali.
  4. Funzionalità mancanti: il tuo attuale software non gestisce determinate funzionalità? I dati più rilevanti della tua azienda sono polverizzati in più file Excel o in più archivi? I processi sono parcellizzati su diversi applicativi sovrapposti tra di loro? In tutti questi casi può essere necessario valutare una soluzione più completa, che ti aiuti a gestire meglio processi e informazioni.
  5. Supporto e aggiornamenti: l’attuale fornitore del gestionale non offre supporto adeguato e tempestivo e non rilascia aggiornamenti regolari? La risposta più frequente da parte del servizio di assistenza è “no, non si può gestire”? Un software non aggiornato può diventare rapidamente obsoleto ed è esposto a problemi di sicurezza. Risposte non all’altezza delle aspettative sono frustranti e rallentano l’operatività.
  6. Feedback degli utenti: gli utenti dell’attuale gestionale sono soddisfatti o lamentano criticità e problemi di user experience? Il feedback negativo da parte di chi si trova in prima linea ed utilizza quotidianamente il software è un chiaro segnale di allarme e va ascoltato.
  7. Mobilità: il gestionale supporta l’accesso da remoto e da diversi dispositivi? Con il lavoro a distanza sempre più diffuso, è essenziale che il software permetta agli utenti di accedere ai dati aziendali e di operare ovunque si trovino in sicurezza. Le soluzioni cloud oggi sono imprescindibili.
  8. Costi: i costi di manutenzione e supporto del gestionale attuale non sono chiari? Non riesci mai a pianificare in maniera certa quanto spenderai nell’anno tra interventi, aggiornamenti e supporto? Può essere necessario valutare un fornitore che offra condizioni commerciali chiare e trasparenti.
  9. Sicurezza: il gestionale attuale è conforme agli standard di sicurezza più recenti? Garantisce il rispetto del GDPR e la più rigorosa protezione dei dati? La sicurezza informatica oggi è centrale. Un’eventuale violazione dei dati potrebbe avere effetti catastrofici.
  10. Conformità alle normative: un gestionale obsoleto può non essere in grado di gestire i requisiti legali e regolamentari, che variano nel tempo. Gli aggiornamenti normativi contabili e fiscali sono fondamentali e devono essere rilasciati con tempestività. Una buona soluzione si misura anche da questo punto di vista.

Il cambio gestionale non è una decisione semplice da prendere ma, in alcuni casi, come abbiamo visto nella checklist, diventa essenziale e non rimandabile. Investire in un software gestionale moderno e adeguato rispetto alle tue esigenze, può portare a miglioramenti significativi in termini di produttività, sicurezza, efficienza operativa, competitività e soddisfazione degli utenti.

La scelta del nuovo partner è centrale, sia per individuare la migliore soluzione tecnologica, sia per gestire il progetto di migrazione con professionalità e nel migliore dei modi, valutando la situazione di partenza, organizzando i tempi, mitigando le criticità, limitando gli imprevisti, apportando il massimo del beneficio a fronte dell’investimento effettuato.

Per ulteriori consigli su come scegliere il gestionale giusto per la tua azienda, siamo a tua completa disposizione.

Informativa breve ex art. 13 Regolamento UE 2016/679 per il Trattamento dei Dati Personali
Sistemi APG S.r.l. con sede in Via Torino, 176 - 10093 Collegno (TO), facente parte del Gruppo SISTEMI UNO, (di seguito Gruppo), in qualità di Titolare del Trattamento tratterà i Suoi Dati Personali per le seguenti finalità: a) Gestione dell’invio delle informazioni richieste tramite il modulo di contatto, la cui base giuridica del trattamento è l’esecuzione di un contratto di cui l’interessato è parte o all’esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso (art. 6.1.b del Regolamento). Inoltre, previo Suo specifico consenso, i dati potranno essere trattati per: b) l'invio di comunicazioni promozionali e di marketing, incluso l’invio di newsletter e ricerche di mercato, attraverso strumenti automatizzati e non automatizzati; c) la comunicazione dei dati personali alle altre Società del Gruppo per le medesime finalità. Al riguardo, tali attività di Trattamento saranno effettuate in conformità al Provvedimento del Garante della protezione dei dati personali del 4 luglio 2013. Per ogni ulteriore chiarimento o dettaglio si rimanda all'informativa estesa. Letta e compresa l’informativa privacy:
Torna in alto